Site Overlay
Focaccine alle Viole

Focaccine alle Viole

Viole da mangiare

 

Prepariamo le focaccine alle viole ora perchè la stagione delle viole sta terminando. Fioriscono indisturbate da ottobre fino ai primi veri caldi di giugno e poi filano. Filare non significa che se la svignino da qualche parte, semplicemente rallentano la produzione di fiori e aumentano quella di semi. Terminano il proprio ciclo vitale insomma, dunque approfittiamone e mangiamole!

 

Viole del pensiero

Viole del Pensiero

Le Viole del Pensiero commercializzate oggi sono quasi tutte ibridi discendenti dalla Viola Tricolor che ancora si trova in qualche anfratto. Sono quelle violette a tre colori appunto, che crescono spontaneamente.

Usare le Viole in cucina

La cosa più importante da ricordare quando usiamo le viole in cucina è che sono profumate. Ogni colore donerà alla viola un profumo caratteristico che la differenzia dalle altre e questa profumazione ne influenzerà il sapore. E’ dunque bene non usare viole di mille colori differenti per le nostre preparazioni o il sapore ne risulterà “caotico”.

Vuoi provare un’altra ricetta con le viole? Prova i muffin alle viole!

Se cerchi altre idee fiorite, seguimi sui miei social! Mi trovi su instagram e su pinterest.

Ricetta delle focaccine alle Viole con Salvia e sale dolce di Cervia

  • 150 g di farina 00
  • 100 g di farina integrale
  • 1/2 bustina di lievito madre integrale con lievito di birra (17,5 g)
  • 2,5 g di sale fino iodato
  • 10 g di olio evo
  • 160 g di acqua tiepida
  • 10 violette del pensiero gialle e arancioni
  • 5 o 6 foglie di salvia
  • 1 cucchiaio d’acqua e 1 d’olio per la salamoia
  • sale dolce di Cervia q.b.
Esecuzione

Setacciamo le farine nella ciotola dell’impastatrice. Setacciare le farine ci permette di evitare i grumi e far “prendere aria” alle farine.

Aggiungiamo il sale fino e la 1/2 bustina di lievito madre con aggiunta di lievito di birra. Si tratta di una combinazione già pronta all’uso, quindi non dobbiamo faticare a calcolare proporzioni.

Questo tipo di lievito è ideale per chi, come me, non panifica abitualmente perchè è secco e non ha bisogno di rinfreschi.

Versiamo l’olio e cominciamo a far funzionare l’impastatrice munita di gancio a velocità bassa. Sull’1 va più che bene. Contemporaneamente iniziamo a versare l’acqua tiepida a filo.

Aggiungiamo l’acqua poco per volta, potrebbe non essere necessario usarla tutta e versarla gradatamente ci aiuterà a valutare la consistenza dell’impasto.

Lasciamo lavorare l’impastatrice. Procediamo così fino a che non otterremo un impasto liscio, omogeneo, non appiccicoso e ben incordato al gancio. Per ottenere questo risultato l’impastatrice dovrà lavorare, sempre a bassa velocità, almeno 10 minuti.

Fatto questo, recuperiamo il nostro impasto, facciamone una palla, mettiamolo in una ciotola unta d’olio, copriamolo con pellicola trasparente e lasciamolo lievitare per due ore. Possiamo metterlo nel forno spento, ma con la lucina accesa.

Occupiamoci delle Viole

Quando raccogliamo i fiori mettiamoli subito a bagno in una bacinella d’acqua, vale anche per le foglie di Salvia, in questo modo si manterranno vitali fino all’utilizzo che non dovrà superare le 24 ore di attesa. Appena prima di usare fiori e foglie scoliamoli, tamponiamoli delicatamente e verifichiamo non ci siano insetti.

Facciamo le focaccine alle Viole

Trascorso il tempo di lievitazione riprendiamo il nostro impasto e stendiamolo con un matterello su un piano unto d’olio. Cerchiamo di ottenere un rettangolo che arrotoleremo su se stesso per formare un filone.

Adesso viene il bello! Dobbiamo porzionare l’impasto in palline. Possiamo pesare l’impasto e ricavare pezzi tutti uguali oppure andare un pò a occhio. Confesso, io vado a occhio e non sono mai precisa!

Una volta ottenute le palline, adagiamole su una teglia da forno unta. Pigiamo leggermente con le dita per appiattirle e prepariamo la salamoia mescolando acqua e olio in parti uguali.

Pennelliamo la superficie delle focaccine con la salamoia e spargiamo anche il sale senza esagerare.

Focaccine alle Viole

Decorazione commestibile

E’ arrivato il momento di spargere le viole e le foglie di salvia sulle focaccine. Possiamo dare sfogo al nostro estro creando dei “ricami”, ma ricordiamoci che oltre che belli saranno buoni! Lasciamo lievitare le focaccine coperte con un canovaccio per un’ultima mezz’ora.

Ultimo step

Non ci rimane che da cuocere  le focaccine. Mettiamole in forno caldo a 175° statico per 20 minuti circa.

Siamo a fine stagione

Dicevamo che la stagione delle viole volge al termine, questa è l’ultima ricetta di Primavera con le Viole. Questi incredibili fiori mi hanno tenuto compagnia da ottobre dell’anno scorso colorando e profumando il mio giardino e i miei piatti. Le saluto volentieri per far posto ad altri fiori. Ci rivedremo in autunno viole care.

Se ti è piaciuto questo articolo, hai domande o vuoi dirmi qualcosa, lascia un commento!

Alla prossima ricetta fiorita,

Aly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.