Site Overlay
Pumpkin spice flower latte

Pumpkin spice flower latte

Bevanda d’oltre Oceano

Il pumpkin spice flower latte, nasce nella mia cucina ed è la mia versione fiorita del famoso pumpkin spice latte che servono negli U.S.A. nel periodo autunnale.

Nonostante la presenza della parola “pumpkin” cioè zucca, la bevanda servita in ogni caffè statunitense, non prevede l’uso di zucca quindi ho modificato la ricetta aggiungendo la zucca e dandole un tocco fiorito. Sotto la ricetta vi racconto qualcosa in più su questa bevanda che è un’ottima alternativa al cappuccino tradizionale.

Ricetta del pumpkin spice flower latte

Per due cappuccini da circa 300 ml ciascuno
  • 80 g di zucca pulita
  • 2 tazzine di caffè della moka (circa 70 ml ciascuno)
  • 400 ml di latte
  • zucchero di canna (io lo acquisto dal mercato equo solidale), zenzero, cannella, noce moscata, cacao amaro tutti in polvere, petali di tagete essiccati q.b.
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Esecuzione

Per preparare il pumpkin spice flower latte partiamo dalla zucca e dopo averla lavata e sbucciata, cuociamola a vapore. Il tempo di cottura varia a seconda del tipo di zucca, ma dopo circa 15 minuti, buchiamola con una forchetta e se riusciremo a farlo senza incontrare resistenza sarà cotta.

Passiamo la zucca in un colino a maglie fitte per ottenere una purea e versiamola nella tazza che useremo per servire i nostri cappuccini.

Se desideriamo zuccherare è questo il momento di farlo. Io preferisco usare lo zucchero di canna che ha quel profumo tutto speciale che bene si accorda con le spezie, poi aggiungiamo l’estratto di vaniglia e le spezie in polvere.

Per quanto riguarda le spezie, non ho precisato delle dosi perchè è una questione di gusti. Io, per esempio, preferisco mettere meno zenzero e più cannella. Consiglio comunque di non eccedere quindi iniziamo aggiungendone la punta di un cucchiaino e forse un pò di più per il cacao.

Pumpkin spice flower latte

Prepariamo un caffè fiorito

Ora prepariamo il caffè e per farlo, consiglio di usare con la moka perchè insieme alla polvere di caffè andremo ad aggiungere i petali di tagete essiccato in modo che vengano estratti tutti i profumi del caffè e dei fiori.

Questo è il momento magico in cui la casa si riempirà del profumo del caffè e dei fiori ed è quello che preferisco, oltre l’assaggio chiaramente!

Se non avessimo a disposizione la moka, ovviamo con un caffè preparato come desideriamo e poi mettiamo i petali di tagete in infusione almeno mezz’ora.

Possiamo poi decidere di filtrarlo oppure di tenere anche i petali che, ve lo ricordo, sono commestibili!

Una volta salito il caffè, versiamolo nelle tazze con la zucca e le spezie e mescoliamo bene in modo che gli aromi si fondano e le spezie si scaldino con il calore del caffè. E’ una specie di magia..

Ora scaldiamo il latte e, con l’apposito attrezzino, creiamo una nuvola di schiuma, poi aggiungiamo il latte nelle tazze e completiamo con la schiuma.

Decoriamo con un soffio di cacao o  cannella e qualche petalo di tagete tenuto da parte.

Un cappuccino un pò speciale

Il pumpkin spice latte servito nei caffè americani, altro non è se non un cappuccino speziato e proprio le spezie ispirano questo nome per definirlo.

Lo zenzero, la cannella e la noce moscata infatti, fanno parte delle spezie che si usano per aromatizzare la famosa torta di zucca (pumpkin pie) servita durante la Festa del Ringraziamento.

Seguendo il filo conduttore delle spezie, ho deciso di aggiungere un fiore che ha la stessa caratteristica speziatura: il tagete.

Fiore puzzolente

Il tagete è un fiore un pò particolare che possiamo coltivare negli orti perchè con il suo odore poco apprezzato, tiene lontani alcuni tipi di insetti nocivi, ma se supereremo lo scoglio di assaggiarlo, ne apprezzeremo l’aromaticità.

Se cercate un altra bevanda interessante, vi consiglio di leggere la ricetta del cappuccino speziato.

Alla prossima ricetta fiorita,

 

Aly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.