Site Overlay
Panzerotti al forno con carciofi

Panzerotti al forno con carciofi

Un impasto lievitato è sempre una piccola grande magia che si compie, ma i panzerotti al forno con carciofi hanno anche un ripieno fiorito a completamento dell’opera.

Per prepararli infatti ho usato i fiori d’inverno per eccellenza: i carciofi. Ne esistono numerose varietà, ma i miei preferiti sono quelli con le spine. Anche se mi pungo regolarmente, rimangono la mia grande passione!

Carciofi spinosi

 

L’impasto che vi propongo non ha bisogno di molto tempo per essere realizzato, un’ora di lievitazione è sufficiente, mentre il ripieno è pronto in venti minuti, giusto il tempo di annerirsi le mani pulendo i carciofi, un piccolo prezzo da pagare per assaporare tanta bontà.

Ricetta dei panzerotti al forno con carciofi

Dose per 40 panzerotti diametro 7 cm e qualche sfoglia
  • 200 g di farina di farro
  • 300 g di farina 00
  • 7 g di lievito di birra secco
  • 300 ml circa di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini rasi di sale
  • 1 cucchiaino abbondante di curcuma in polvere
  • olio evo, pepe macinato q.b.
  • 2 carciofi spinosi
  • 100 g di formaggio feta
  • una manciata di olive Kalamata
Esecuzione

Per preparare i panzerotti al forno con carciofi è meglio iniziare dalla sfoglia alla curcuma così che mentre questo impasto compie la propria magia lievitando, noi potremo occuparci del ripieno.

Iniziamo quindi setacciando le farine all’interno della ciotola della planetaria, aggiungiamo poi il lievito, la curcuma in polvere, una bella macinata di pepe, il sale e infine l’acqua.

E’ importante che l’acqua sia tiepida in modo che aiuti il lievito ad attivarsi. Potremmo anche dare un piccolo aiuto a questo processo, aggiungendo un cucchiaino di zucchero, ma se usiamo acqua tiepida, non sarà necessario.

Accendiamo la planetaria, munita di gancio, a velocità 1 e lasciamo lavorare l’impastatrice per almeno 10 minuti. Quando l’impasto sarà liscio, omogeneo, ben incordato al gancio e di facile lavorazione possiamo spegnere l’impastatrice, ungere un contenitore capiente, coprire con la pellicola e lasciar lievitare l’impasto un’ora.

Verifichiamo che il luogo dove mettiamo a lievitare l’impasto sia privo di correnti. Io, per essere proprio sicura, infilo la ciotola in forno con la lucina accesa.

Ripieno goloso

Laviamo i carciofi (se sono spinosi è meglio fare attenzione) e togliamo i gambi, ma teniamoli da parte, potremo usarli nel minestrone o per condire la pasta. Togliamo anche le foglie esterne e teniamo solo il cuore dei carciofi, poi tagliamoli a fettine che terremo in acqua e limone fino all’utilizzo..

Carciofi a fettine

 

Versiamo le fettine di carciofo in padella con poco olio e un pizzico di sale e portiamoli a cottura aggiungendo poca acqua all’occorrenza.

Lasciamo raffreddare i carciofi e tagliamo la feta a pezzetti, denoccioliamo le olive e mescoliamo tutto insieme in una ciotola.

Confezioniamo i panzerotti

Stendiamo l’impasto usando un matterello, cerchiamo di ottenere una sfoglia abbastanza sottile e con uno stampino ricaviamo dei dischetti dentro cui porremo un cucchiaino di ripieno, poi chiudiamo i bordi pizzicandoli.

Panzerotti

 

Disponiamo i panzerotti su una teglia rivestita di carta da forno e pennelliamo la superficie con poco olio poi inforniamo a 180° per circa 20 minuti girandoli a metà cottura.

Curcuma antiossidante, carciofi depurativi

Quella proposta oggi non è una ricetta light, ma gli ingredienti proposti sono ben bilanciati fra gusto e benessere. La curcuma infatti, è un potente antiossidante e per far sì che questo principio si attivi è importante aggiungere il pepe all’impasto.

La piperina infatti aiuta la curcumina attivandone i benefici effetti, mentre i carciofi contengono cinarina che aiuta a depurare il fegato.

Insomma, se non mangeremo i panzerotti tutti in una volta, potremo stare tranquilli e a questo proposito, ricordiamo che i panzerotti possono essere congelati sia già cotti che ancora da cuocere.

A me è avanzato dell’impasto e invece di congearlo ho deciso di stenderlo molto sottile e porzionarlo in “lingue” che ho cotto al forno ottenendo degli spezza fame.

Desideri provare un’altra ricetta salata? Prova le Tartellette salate pere e Fiordaliso.

Il carciofo è un bellissimo fiore

Forse si vede maggiormente nella varietà mammola, ma tutti i carciofi sono fiori che vengono colti in bocciolo. Un pò come i capperi insomma! Se lasciati liberi di fiorire sono bellissimi, di un colore fra l’indaco e il violetto.

Vedere la fioritura di un carciofo dal vero è una delle mie prossime missioni, riuscirò a resistere dal coglierlo prima per mangiarlo? Vi terrò aggiornati!

Se non vuoi perderti nulla di Fiori a colazione, seguimi sui miei social! mi trovi su Instagram e su Pinterest.

Alla prossima ricetta fiorita,

 

Aly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.