Site Overlay
Polpette di cardi

Polpette di cardi e quanto è bello intingerle!

Ho preparato i cardi a Natale, gratinati con un sontuoso strato di besciamella, ma il cardo che ho acquistato era enorme e così ho congelato i 100g giusti con cui oggi ho preparato le polpette di cardi.

Amo riciclare gli avanzi di cucina, spesso ne derivano piatti interessanti che poi entrano a pieno titolo nel mio menù settimanale di stagione. Le polpette sono la tipica pietanza da preparare con gli avanzi, mia nonna Mirella le preparava con quelli di arrosti e carne lessa e che buone!

Quando ero in collegio, il giorno delle polpette era l’unico giorno della settimana in cui mangiavo senza fare storie! Insomma sono una polpetta lover!

Questa ricetta prevede anche una salsina, molto sprint, ma che merita, in cui intingere le polpette perchè diciamolo, affondare le polpette nelle salsine è uno dei piaceri della vita in cui indulgere!

Mi segui già sui miei social? Se non vuoi perderti nulla del mio mondo fiorito mi puoi trovare su pinterest e su instagram.

Pulire e cuocere i cardi

Partiamo dal pulire i cardi. Prestiamo bene attenzione alle spinine che percorrono le coste dei cardi, sono piccole e malefiche! Tagliamo i cardi a pezzetti di circa 10 cm di lunghezza.

Quindi armiamoci di pazienza e togliamo i filamenti esterni come si fa con il sedano, laviamoli sotto l’acqua corrente e immergiamoli in acqua acidulata con pezzetti di limone che eviteranno che i cardi anneriscano.

Portiamo a bollore una pentola d’acqua e immergiamo i cardi per almeno 20 minuti dalla ripresa del bollore. Scoliamoli e lasciamoli raffreddare.

Ricetta delle polpette di cardi

Per circa 15 polpette
  • 100 g di cardi già lessati, anche surgelati, ricordiamo solo di scongelarli
  • 100 g di patate lessate
  • 2 – 3 cucchiai di formaggio grattugiato
  • 2 – 3 cucchiai di pangrattato
  • 1 uovo medio
  • sale, noce moscata, pangrattato per impanare q.b.
  • 4 dl di olio per friggere

Per preparare le polpette di cardi iniziamo a tritare i cardi già lessati senza troppa precisone, schiacciamo le patate e riuniamo tutto in una ciotola con il formaggio, il pangrattato, il sale e la noce moscata.

Impastiamo bene il tutto, io uso le mani, e confezioniamo le polpette. C’è chi usa il dosatore del gelato per porzionare l’impasto, io ho usato un cucchiaio da tè e poi ho rotolato le polpette fra le mani fino ad ottenere delle sfere.

Teglia polpette

 

Impaniamo le polpette di cardi

Questo è un passaggio classico, rompiamo l’uovo in una ciotola e saliamolo un pochino così non saleremo la superficie che poi si sente solo “sapore di saleeee”, versiamo il pangrattato in un’altra ciotola e facciamo rotolare tutte le polpette prima nell’uovo e poi nel pangrattato.

Impaniamo le polpette due volte, così si formerà una bella crosticina croccante. Scaldiamo l’olio per friggere e intanto pensiamo a una salsina per intingere le nostre polpette ai cardi.

Salsa Skyr e Girasole

Intingere polpette è un lavoro serio, quando sono fritte mi piace accompagnarle con una salsa che dia quell’effetto “freschezza”, mia nonna avrebbe detto: “per pulir la bocca!”

  • 2 cucchiai di skyr al naturale
  • 2 – 3 cucchiaini di succo di limone
  • scorza di limone, olio evo, sale q.b.
  • 1 cucchiaio di petali di girasole essiccati (li puoi trovare in erboristeria)

Partiamo lavando bene un limone, è meglio usarne uno biologico perchè dobbiamo usarne anche la scorza che grattuggeremo. Versiamo in una ciotola tutti gli ingredienti e mescoliamo bene.

I petali essiccati li trovate tranquillamente in erboristeria, si reidratano semplicemente aggiungendoli allo skyr che è un latticino di origine islandese (solo di origine, ma si trova tranquillamente al super prodotto in Italia) che naturalmente non contiene grassi.

Usando questa sorta di yogurt eviteremo di aggiungere grassi, visto che siamo pronti per friggere le polpette.

Ed ora la parte difficile, friggere le polpette e non mangiarle subito, ma attendere il momento in cui si potranno intingere nella salsa.

Sentite il profumo?

Salsa skyr

 

Bene, se desiderate provare un’altra ricetta con il girasole vi suggerisco la crema di zucca con petali e semi di girasole.

Alla prossima ricetta fiorita,

 

Aly

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.