Site Overlay
Frittelle soffici di pomodori verdi

Frittelle soffici di pomodori verdi

Ultimi dall'orto di amici

 

Alla fine della stagione estiva i pomodori faticano un pò a maturare e spesso non riescono, per sfruttarli ho numerose ricette in mente e la prima è: frittelle soffici di pomodori verdi.

Ho chiesto a mio padre di procurarmi i pomodori e li ha trovati nell’orto di un amico a Vigevano, due bei cuori di bue.

Ero una ragazzina quando nel 1991 uscì il film Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno, ma ricordo di averlo amato subito.

A 11 anni non ne ho compreso le sfumature, ma anni dopo, in un mercatino serale all’Isola d’Elba ho visto il titolo e acquistato subito il libro.

Come sempre, la versione cinematografica è molto diversa dalla trama del libro, ma continuo ad amare entrambi.

Esprimono delicatezza, commozione, tenerezza e tanta allegria entrambi che non saprei scegliere.

Sì, sono seduta qui nella casa di riposo Rose Terrace, ma nella mia mente sono al Caffè di Whistle Stop davanti a un piatto di pomodori verdi fritti.

Signora Virginia Threadgoode, giugno 1986

 

Fannie Flagg

Ricetta delle frittelle soffici di pomodori verdi

Frittelle di pomodori verdi

 

Per circa 12 frittelle
  • pomodori verdi, 200 g circa
  • farina, 100 g
  • latte, 10 cucchiai circa
  • lievito istantaneo per torte salate, 1/2 cucchiaino
  • fiori freschi di tagete, 3
  • sale grosso ai fiori, olio per friggere, q.b.
  • miele, 1 cucchiaino
  • limone, il succo di mezzo frutto
  • sale e peperoncino in polvere, q.b.
Esecuzione

 

Per preparare le frittelle di pomodori verdi laviamo i pomodori e tagliamoli a dadini poi raccogliamoli in una ciotola.

In una terrina versiamo la farina, il lievito e il latte poco per volta, mescolando e cercando di ottenere una pastella nè liquida, nè solida.

Potrebbe non essere necessario aggiungere tutto il latte quindi, ogni tanto, controlliamo la fluidità del composto.

Sciacquiamo velocemente i petali di tagete e aggiungiamoli alla pastella insieme ai pomodori a dadini.

Scaldiamo l’olio e versiamo i pomodori a cucchiaiate formando tante frittelle fino a ultimare il composto.

Dovremmo ottenere circa 12 frittelle che saleremo con il sale grosso aromatizzato ai fiori e accompagnato da una salsa al miele.

Se vuoi provare a usare il tagete in cucina, ti consiglio la focaccia mele, speck e tagete.

Frittura

 

Salsa al miele

Versiamo tutti gli ingredienti in un pentolino poi accendiamo il fuoco al minimo e continuiamo a mescolare.

Quando il miele sarà ben sciolto, la salsa sarà pronta per accompagnare le frittelle soffici di pomodori verdi.

Abbiamo creato una leccornia per accompagnare un aperitivo o un antipasto da consumare rigorosamente ungendosi le mani!

Ricordate però, di non mangiare troppi pomodori verdi perchè quando non sono maturi, contengono molta solanina che può dare mal di testa, dolori addominali e gastrici.

E’ chiaro che sto parlando di un consumo eccessivo di questo prodotto che, senza esagerare, non dovrebbe dare disturbi.

Dico dovrebbe perchè dipende sempre dalla sensibilità dell’organismo che è individuale.

Spero di avervi riportati agli anni ’30 in Alabama, seduti in quel caffè dove accadevano meraviglie e le vite si intrecciavano davanti a un piatto fumante di pomodori verdi fritti.

Ps: la salsa di accompagnamento a base di miele ha un perchè inerente la trama che potete capire leggendo il mio post su instagram.

Alla prossima ricetta fiorita,

 

Aly

Frittelle soffici di pomodori verdi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.