Site Overlay
Insalata Thay

Insalata Thay

Gusti esotici

Amo molto la cucina etnica, ma a casa preparo poche di queste pietanze, generalmente mi limito al riso Cantonese, ma l’insalata Thay è entrata nel mio menu estivo in uno strano modo.

Quando ho assaggiato questa insalata a casa della mia amica Elisa me ne sono innamorata nonostante abbia rischiato di soffocarmi con un gamberetto! E’ stato davvero molto brutto, ma visto che non è successo nulla ho iniziato a cucinarla anch’io!

La scelta della papaya

Per realizzare questa ricetta è importantissimo trovare una papaya acerba. Non troverete una ricetta univoca per questo tipo di insalata, ma tutte concordano sul fatto che la papaya debba proprio essere acerba oppure di sostituirla con una mela verde.

Il sapore però cambia parecchio, solo la consistenza croccante rimane uguale, ma si perde quel tocco esotico che rende unica questa ricetta.

Papaya verde

Come si riconosce una papaya acerba?

Semplice, è verde all’esterno, dura al tatto e una volta tagliata presenta polpa bianca invece di arancione.

Ricetta dell’insalata Thay

Per 4 – 5 persone

1 papaya verde (acerba)

200 g di insalatina mista tagliata fine

1 carota

60 g di gamberetti piccoli boreali (anche surgelati)

olio evo q.b.

sale q.b.

2 lime (succo)

Cognac q.b.

1 manciata di noccioline salate

Esecuzione

Versiamo poco olio in una padella, lasciamolo scaldare e aggiungiamo i gamberetti. Teniamo il fuoco  vivace e sfumiamo con poco Cognac. Asciughiamo il fondo di cottura, non saliamo, e spegniamo il fuoco.

Lasciamo raffreddare e occupiamoci dell’insalata.

Laviamo l’insalata, asciughiamola delicatamente e versiamola in una ciotola capiente. Laviamo e raschiamo la carota e tagliamola a fettine sottili sottili nel senso della lunghezza.

Tagliamo la papaya, togliamo i semi e la buccia e tagliamo la polpa a fette e poi a pezzettini non troppo piccoli.

Uniamo la papaya all’insalatina e aggiungiamo le noccioline.

Prepariamo il condimento

Spremiamo i lime e versiamo il succo in un barattolino richiudibile insieme al sale e all’olio. Chiudiamo il barattolo e agitiamolo per miscelare gli ingredienti.

Ricordiamo di condire l’insalata poco prima di servirla.

 

E’ un’insalata particolarmente piacevole da mangiare per ricordarci che un’insalata non è necessariamente un piatto triste da portare in tavola e quando fa caldo non è necessario rinunciare al gusto!

Quest’insalata rientra a pieno titolo tra i piatti che considero confort ed è adatta ad accompagnare piatti di carne, pesce o anche come piatto unico. A voi la scelta.

Se invece siete in cerca di un’altra ricetta insolita a base di gamberetti provate a leggere quella dei fiori di zucca ripieni.

Alla prossima ricetta,

Aly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.